C'è la crisi: vanno gli alberghi low cost. E Ikea li costruisce con il gruppo Usa Marriott. Si parte da Milano - Expreso Latino

Primera plana

Durante la crisi non vanno soltanto i mobili low cost che, con una modica cifra, consentono di arredare tutta casa. 

 

 

 

 

5 Marzo 2013 - Se avanza qualche soldo a fine mese per concedersi il lusso (di questi tempi) di una vacanza, c'è chi il break dalla monotonia quotidiana se lo prende gettonando hotel a basso costo, scandagliando internet e comparando molteplici offerte.

E così, Ikea, regina dei mobili low cost, ha deciso di gettarsi nel business degli alberghi economici, siglando un'alleanza con il colosso alberghiero Usa Marriott per un nuovo marchio di una catena di hotel per giovani, in Europa. Lo ha rivelato il quotidiano finanziario Usa Wall Street Journal.

Il nuovo brand si chiamerà Moxy e il progetto prevede l'apertura di 50 hotel nei prossimi cinque anni nel Vecchio Continente: il primo dovrebbe aprire entro un anno a Milano. A farne parte sarà una controllata di Ikea che vi investirà 500 milioni di dollari. Negli hotel non ci saranno però mobili o il design tipico del colosso dell'arredamento svedese che proporrà invece nuove tecniche di costruzione per contenere i costi.

Libero.it