Il CUD per lavoratori domestici - Expreso Latino

Inmigración

Il CUD per lavoratori domestici

CUD è una sigla che sta per "certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente". Serve al dipendente per effettuare la propria dichiarazione dei redditi.

 

 

 

 

Ogni lavoratore dipendente ha il diritto di ricevere il CUD dal proprio datore di lavoro.

Se il datore di lavoro è un'azienda, il CUD lo prepara il consulente del lavoro in base alle informazioni contenute nelle buste paga.

Per il lavoro domestico, però, le regole sono diverse: il datore di lavoro è tenuto, per legge, a fare una semplice "dichiarazione sostitutiva del CUD", cioè una dichiarazione attestante l'ammontare complessivo degli stipendi per tutto l'anno fiscale di riferimento.

Scarica il modulo per la dichiarazione sostitutiva del CUD.

COSA CONTIENE IL CUD PER I LAVORATORI DOMESTICI

Mentre il CUD è un documento piuttosto complesso, la dichiarazione sostitutiva prevista per i lavoratori domestici è davvero semplice da compilare.

l CUD per i lavoratori domestici non ha un formato standard. Nel modulo dovranno però essere sempre indicati:

  • i dati anagrafici e codice fiscale del datore di lavoro;
  • i dati anagrafici e codice fiscale del dipendente;
  • l'anno di riferimento;
  • il numero di giorni non lavorati nel periodo ('giorni di detrazione'), che comprendono anche i periodi di sospensione del rapporto e i giorni non lavorativi)
  • la retribuzione lorda corrisposta al dipendente nell'anno precedente (comprensiva di tredicesima e contributi);
  • i contributi previdenziali Inps e Cassa Colf;
  • il netto corrisposto;
  • l'eventuale imponibile assoggettabile all'IRPEF ridotto (lavoro straordinario e premi); e
  • l'eventuale TFR corrisposto (anche tramite anticipi).

Scarica il modulo per la dichiarazione sostitutiva del CUD.

TERMINI PER CONSEGNARE IL CUD

Se il modello CUD deve essere consegnato, in duplice copia, al dipendente entro il 28 febbraio del periodo d’imposta successivo a quello cui si riferiscono i redditi certificati, per il CUD lavoro domestico non è prevista una data precisa di consegna.

Per prassi però, il datore di lavoro deve consegnare la dichiarazione sostitutiva del modello CUD su richiesta del lavoratore e comunque prima dell'appuntamento preso con il CAF per la dichiarazione dei redditi.

In caso di cessazione del rapporto di lavoro, il CUD dev'essere consegnato entro 12 giorni dalla richiesta del dipendente.

COSA DEVE FARE IL LAVORATORE

Una volta ricevuto il CUD, colf o badanti hanno l'obbligo di di dichiarare i redditi conseguiti e di liquidare le imposte IRPEF e addizionali comunali e regionali.

È esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi chi, nell'anno di riferimento, non ha avuto altri redditi oltre quelli da lavoro già dichiarati nel CUD.

Il collaboratore domestico dovrà effettuare la dichiarazione dei redditi presentando il Modello Unico.

Vedi: La dichiarazione dei redditi delle colf 

Colfebadanti.it