Il CUD per lavoratori domestici - Expreso Latino

Inmigración

Il CUD 2013

l datore di lavoro è tenuto a rilasciare alla propria colf o badante una "dichiarazione sostitutiva del CUD", da cui risulti l’ammontare complessivo delle somme versatele durante l’anno, ai fini della dichiarazione dei redditi.

 

 

 

L’attestazione deve essere rilasciata dal datore di lavoro:

  • almeno 30 giorni prima della scadenza dei termini di presentazione della dichiarazione dei redditi, ovvero
  • quando termina il rapporto di lavoro per scadenza di contratto, licenziamento o dimissioni

COSA CONTIENE IL CUD PER I LAVORATORI DOMESTICI

CUD è una sigla che sta per "certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente". Serve al dipendente per effettuare la propria dichiarazione dei redditi.

Mentre il CUD è un documento piuttosto complesso, solitamente preparato per le aziende da un consulente del lavoro in base alle informazioni contenute nelle buste paga, la dichiarazione sostitutiva prevista per i lavoratori domestici è davvero semplice da compilare.

l CUD per i lavoratori domestici non ha un formato standard. Nel modulo dovranno però essere sempre indicati:

  • i dati anagrafici e codice fiscale del datore di lavoro;
  • i dati anagrafici e codice fiscale del dipendente;
  • l'anno di riferimento;
  • il numero di giorni non lavorati nel periodo ('giorni di detrazione'), che comprendono anche i periodi di sospensione del rapporto e i giorni non lavorativi)
  • la retribuzione lorda corrisposta al dipendente nell'anno precedente (comprensiva di tredicesima e contributi);
  • i contributi previdenziali Inps e Cassa Colf;
  • il netto corrisposto;
  • l'eventuale imponibile assoggettabile all'IRPEF ridotto (lavoro straordinario e premi); e
  • l'eventuale TFR corrisposto (anche tramite anticipi).
  • Scarica il modulo per la dichiarazione sostitutiva del CUD.

Scarica il modulo per la dichiarazione sostitutiva del CUD.

COSA DEVE FARE IL LAVORATORE

Una volta ricevuto la dichiarazione sostitutiva del CUD, colf o badanti hanno l'obbligo di dichiarare i redditi percepiti e di liquidare le imposte IRPEF e addizionali comunali e regionali.

Il collaboratore domestico dovrà effettuare la dichiarazione dei redditi presentando il Modello Unico.

È esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi chi, nell'anno di riferimento, non ha avuto altri redditi oltre quelli da lavoro già dichiarati nella dichiarazione sostitutiva del CUD.

Fonte: art 33 CCNL 2013: Nuovo contratto collettivo del lavoro domestico

colf&badantionline.it